Festival di Sanremo 2010: seconda serata debuttano i giovani, eliminati Sonhora e Valerio Scanu

di Gianni Commenta

Anche la seconda serata del Festival di Sanremo 2010 è stata all’ insegna dei giovani, il palco dell’ Ariston una volta riservato solo ai cantanti che avevano alle spalle un carrierone fatto di anni di successi non esiste più, passati i tempi in cui Sanremo era il punto di arrivo, oggi da lì si parte, sono tutti giovani o giovanissimi.

Del resto è cambiato anche il modo di acquistare le canzoni del Festival di Sanremo, adesso si scaricano da iTunes, in buona sostanza il palco del festival è lo specchio dell’ Italia che cambia, i talent show sfornano grandi talenti e la kermesse sanremese non può non tenerne conto, Marco Mengoni, Noemi, Valerio Scanu ma anche Malika Ayane, la nuova tendenza è tutta dimostrata dal fatto che tre colonne portanti Pupo e soci, Toto Cutugno e Nino D’ Angelo portatore sano della canzone dialettale napoletana.

La triste notizia è che Valerio Scanu è stato eliminato, un vero peccato, ma c’ è sempre speranza nel ripescaggio, il popolo del televoto lo salverà, si spera, la canzone non è certo delle più facili, non ha un ritornello che ti rimane facilmente in mente, di quelli che si canticchiano facendosi la doccia, è un brano difficile, il bravo Pierdavide Carone ne è l’ autore, certo non sarà follemente felice alla sua prima prova autorale sapere che le critiche non sono state delle migliori, tutti concordi nel definire Valerio Scanu un grande talento, ma la canzone non è troppo piaciuta.

Nella seconda puntata del Festival di Sanremo 2010 il tocco di regalità è arrivato dalla presenza della regina Rania di Giordania, continuiamo a non capire il senso della sua presenza al festival ma va bene ugualmente, la visione è stata stupenda, a vestire la regina è stato Giorgio Armani privè, 50 body guard al seguito, bella da togliere il fiato, ha fatto sapere su twitter di sentirsi onorata di essere a Sanremo

Antonella Clerici nell’ intervistarla ha molta soggezione, ma se la cava alla grande di fronte ad un cotanto personaggio regale, chiacchierano come fossero nel salotto bello di casa. La regina è a Sanremo per pubblicizzare 1GOAL, una iniziativa benefica volta che vuole aiutare i bambini di tutto il mondo a ricevere un’ istruzione. La regina Rania di Giordania parla anche del suo privato, del rapporto con suo marito, della sua passione per la cucina, l’ intervista si conclude con i tre tenorini di Ti lascio una canzone che cantano “O sole mio”, uno dei brani preferiti di Rania. Il pubblico tutto in piedi per onorare la regina e per i tre tenorini che sono stati fantastici.

I piccoli tenori si erano fatti conoscere a Ti lascio una canzone metterli insieme a cantare è stato un gioco ed invece sono diventate delle star mondiali, hanno partecipato, in rappresentanza dell’ Italia, all’ incisione di “We are the world” per Haiti, bravissimi, questi sono i giovani che vorremmo vedere.

Il tocco francesce al Festival di Sanremo 2010 lo regalano le ballerine del Moulin Rouge, statuarie, colorate, anche Antonella Clerici balla con loro il can can mostrandoci le sue grazie, agghindata in tricolore, ancora una volta si mette simpaticamente in gioco, fregandosene del fisico fuori taglia, una piccolina fra le stangone che non ha niente da invidiare né per taglia né per altezza.

Arriva anche il momento dei ringraziamenti per Antonella Clerici, parla della rivalità fra colleghe: “Si parla tanto di rivalità femminile ma io non ci credo, anzi ho ricevuto solidarietà e voglio ringraziare per l’ affetto le tante colleghe e amiche contente del mio successo e del successo del festival di Sanremo” Dice solo i nomi, Milly (Carlucci), Simona (Ventura), Maria (De Filippi), Luciana (Littizzetto), Paola (Perego), Laura (Pausini), Lorella (Cuccarini), Alessia (Marcuzzi), Michelle (Hunziker). Li merita tutti.

Nella seconda serata del Festival di Sanremo 2010 si sono esibiti i primi cinque cantanti della nuova generazione, le canzoni sono state sentite negli ultimi mesi su tutte le radio, passano il turno Luca Marino con “Non mi dai pace”, un testo molto profondo, una bella melodia, ma l’ espressione è un po’ troppo funebre, e Nina Zilli. un look originale, una bella canzone, molto emozionata ma padrona del palco.

Una seconda serata del Festival di Sanremo 2010 all’ insegna della spensieratezza ed allegria, finisce presto, negli orari stabiliti, come aveva promesso Antonella Clerici, perchè, lei dice in finale di serata, quando lo spettacolo finisce, finisce. Brava anche questa sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>