Lino Banfi: abbandonato Un medico in famiglia diventa fumetto

di Gianni Commenta

Spread the love

Dopo l’ addio definitivo alla fiction Un Medico in famiglia, Lino Banfi non è certo andato in pensione, anzi, la sua attività professionale è ancora più intensa, nonno Libero, amatissimo dai bambini, diventa un fumetto, il professore Leonard, farà un film ed una fiction.

Ad annunciarlo lè o stesso Lino Banfi ospite della prima puntata di Bontà sua, il nuovo talk show di Maurizio Costanzo su Rai Uno, anticipa anche che il nuovo fotofumetto per i più piccoli sarà in edicola a breve, il Professor Leonard diventerà poi un film per Mediaset: ”Mi sto buttando in quest’ avventura, ci credo moltissimo”.

Lino Banfi ha anche parlato di tutti i progetti prossimi futuri, oltre a fumetto e film per Mediaset, anche alcune fiction prodotte dalla sua casa di produzione Alba Tremila, ma nel futuro del simpaticissimo attore pugliese anche progetti di fiction con la Rai, ma non per Un medico in famiglia, per la quale era previsto il termine alla sesta serie ma, dopo il successo clamoroso di ascolti, è stata decisa una settima serie alla quale, però, mancheranno nonno Libero, come pure Pietro Sermonti e Lunetta Savino.

Il set del Professor Leonard è stato allestito a Jesi, accanto a Lino Banfi ci sarà Scimpa, una scimmietta che parla un po’ pugliese, la scelta su di lui è caduta perchè i Fratelli Allegrini della società Dream Land “negli anni hanno intervistato tantissimi bambini chiedendo quale attore volevano con Scimpa e tutti hanno indicato Banfi, il nonno d’ Italia”.
 
Lino Banfi ha aggiunto: “Mi sono inventato questo personaggio del professor Leonerd, che parla un po’ pugliese, nel fumetto, puntata dopo puntata cercherò di far usare il mio linguaggio a Scimpa, alla fine, nell’ultima puntata, riuscirò a fargli dire porca puttena …”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>