Centovetrine, Pietro Genuardi (Ivan Bettini) abbandona la soap

di Gianni Commenta

Addio illustre a Centovetrine: Pietro Genuardi alias Ivan Bettini abbandona infatti la soap di canale 5 dopo oltre dieci anni.

La notizia è stata resa pubblica dallo stesso attore che sul suo profilo twitter ha spiegato come la registrazione del prossimo 26 luglio sarà l’ultima per lui. Pietro Genuardi ha spiegato che si chiude per lui un ciclo, specificando subito dopo che la decisione di abbandonare Centovetrine non è stata sua. E allora subito il web si è scatenato alla ricerca dei motivi che avrebbero portato all’addio di un personaggio amato con quello di Ivan Bettini.

Problemi di natura economica? Potrebbe essere, d’altronde non sarebbe nemmeno la prima volta che un attore abbandona la soap che lo ha reso popolare per incomprensioni legate ai soldi (basti pensare al personaggio di Ridge Forrester a Beautiful, con Ronn Moss che dopo 25 anni ha abbandonato). Pietro Genuardi non spiega i motivi della rottura con Centovetrine e allora i dubbi rimangono. Se non fosse un problema di natura economica, il motivo potrebbe essere rintracciato nelle dinamiche che avrebbero visto protagonista Ivan Bettini nei prossimi mesi. Magari Pietro Genuardi non era d’accordo con l’evoluzione del suo personaggio e da qui potrebbe avere deciso di cambiare aria. Insomma tutto è possibile. Una cosa è certa: il personaggio di Ivan Bettini era molto amato a Centovetrine dunque i produttori della soap dovranno inventarsi qualcosa di nuovo affinché l’addio di Pietro Genuardi non lasci un vuoto incolmabile nella soap tutta ambientata a San Giusto Canavese. Nel frattempo sono già partite le riprese dei nuovi episodi di Centovetrine che noi vedremo in onda solo a partire dal prossimo autunno. Per un periodo si era pensato che Centovetrine potesse addirittura chiuedere i battenti, poi Mediaset ci ha ripensato e ha dato il via alla registrazione di duecento nuovi episodi che segneranno l’ingresso nella soap di cinque nuovi personaggi.

foto facebook

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>