Pippo Baudo non è morto: la bufala smentita dallo stesso presentatore

di pask Commenta

Pippo Baudo è morto? Secondo Ansa e Wikipedia si tratterebbe di una bufala figlia del lockdown. State tranquilli.

Spread the love

Se siete arrivati a leggere questo articolo è perché probabilmente allarmati da una notizia sulla presunta morte del presentatore più iconico della tv italiana, Pippo Baudo, ma state tranquilli perché Pippo nazionale è ancora in vita ed a confermarlo ci sono due fonti importanti. Anche Adkronos ha raccolto poi la dichiarazione ufficiale dal diretto interessato.

Pippo Baudo è dunque morto oggi 4 dicembre? Una notizia che potrebbe sconfortare molti italiani essendo ormai un volto noto della tv italiana, ma Ansa e Wikipedia sembrerebbero smentire questa nefasta notizia. Una bufala creata ad hoc per la recente dipartita del calciatore Diego Armando Maradona? Probabile. Non ci sono comunque altre notizie ufficiali dai familiari che la confermerebbero.

Adnkronos si è fatta carico di raccogliere una dichiarazione ufficiale dal diretto interessato che ha commentato la notizia anche con un po’ di ironia, riferendoci al gesto di scongiuro da lui menzionato. Egli infatti dichiara:

“Faccio le corna, succede ogni anno che qualcuno dia una notizia letale su di me. Il problema è che con questo lockdown la gente sta in casa senza fare niente. E non trova di meglio da fare. Per fortuna, ogni volta che qualcuno annuncia la mia morte, mi allunga la vita”

Purtroppo in una fase critica dove le persone sono legate alla quarantena e/o le restrizioni, quindi di conseguenza utilizzano maggiormente i social, tali notizie fanno gola ai diffusori di fake news che alimentano siti di gossip proprio utilizzando questo stratagemma della bufala. Il click facile potrebbe arrivare anche a chi giustamente, vuole smentire la notizia, ma almeno in questo caso la questione è svolta a fin di bene tanto quanto rassicurare le persone che Pippo Baudo è ancora vivo. In ogni caso, come abbiamo detto se volete altre fonti autorevoli potete volgere l’attenzione a fonti più blasonate come le già citate Wikipedia ed ANSA, ma anche al sito utilizzato come fonte in basso che svolge proprio il compito di smentire le bufale e/o fake news. Non ci resta quindi che augurare al signor Baudo che queste falsità gli allunghino sempre di più la vita e di prenderle sempre con spirito goliardico.

Fonte

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>