Carmela Gualtieri chiede scusa alle Iene a Mattino Cinque

di Gianni 6

Spread the love

Carmela Gualtieri non poteva fare a meno di chiedere scusa a tutti per la sua reazione sproposita davanti al divieto di entrare in una discoteca dalla finta buttafuori Laura Gauthier, inviata de Le Iene, il servizio trappola che l’ ha ridicolizzata davanti a tutta Italia.

Il termine più esatto non è proprio ridicolizzata, diciamo che ha messo in evidenza tutta la maleducazione ed arroganza di cui è dotata Carmela Gualtieri, del resto già evidente nella casa del Grande Fratello 10.

Sappiamo tutti quel che ha risposto Carmela Gualtieri, ieri mattina a Mattino Cinque ha cercato di giustificare tutto il veleno che ha sputato addosso alla “iena”, nascondendosi dietro una stanchezza dovuta alla registrazione della puntata del Grande Fratello che sarebbe andata in onda la domenica successiva, erano le due di notte quando è arrivata in discoteca. La scena, aggiunge la catanese come se questo bastasse a giustificarla, non è durata quei due, tre minuti mandati in onda, bensì circa mezz’ ora se non addirittura di più. Eh già, molto più faticoso inveire contro chi sta facendo il suo mestiere per mezz’ ora di seguito !

Lei non frequenta molto le discoteche, racconta Carmela Gualtieri a Federica Panicucci, non ha ancore imparato i meccanismi, ma perchè, per rispondere educatamente bisogna conoscere i meccanismi ? Scuse accampate che non hanno senso. Stanca di aver registrato un programma ? A maggior ragione, essendo le due di notte poteva tornarsene a casa a prendersi il giusto riposo. Ma poi stanca di cosa ? Di dire cattiverie ? Di essere aggressiva ?

La sensazione che somigli sempre di più al suo George Leonard è troppo forte, aspettiamo di vedere come si comporterà Carmela Gualtieri quando non la cercherà più nessuno.

Commenti (6)

  1. carmela e’ una poveretta che crede di essere diventata una star!!!!! una che dice ” tu queste scarpe nn potrai mai comperarle” che razza di persona puo’ essere?!!!!

  2. Meglio che ti nascondi per i prossimi 10 anni di gente come te ce ne sono già troppi sei proprio senza valori

  3. carmela e’ una persona falsa e perfida, basta ricordarsi la frase detta a mauro.: stammi lontano altrimenti ti infilo il tacco nel cervello, abbiamo capito tutti di che pasta e’ fatta, altro che santarella ,lei e’ tutt altro,meglio non la facciano piu’ vedere in tv ,indispone solo e la sua falsita’ arrivera’ a galla , anzi si e’gia’ scoperta, e lei una persona squallida

  4. Meglio si nascondano tutti, George, Mauro, Carmela e tutti quelli maleducati e agressivi

  5. carmela fai schifo questo e il tuo nome ormai tutta l italia ti schifa meriti di leccare la m***a da terra per tutta la vita meriti di essere cosi povera da cambiare lavoro solo un lavoro dovresti fare tu nemmeno la puttana strisciare come un schifoso verme a terra nella fogna mi fai schifo non sei niente sei meno di zero tu e qul ghey del tuo ragazzo con quei capelli mi sembra una pagliaccia e quando parla mi sembra un cretino io spero solo che non ti faranno piu venire in televisione questa sarebbe una grande vittoria per tutti gli italiani che hai mortificato tutti quelli che prendono uno stipendio e che appena riescono ad arrivare fine mese .devi cadere nella fogna li devi restare sei una m***a

  6. nn meriti neppure di essere siciliana,sei una stronzetta burrica,che nn ti sei neppure immaginata il male che hai fatto,sapendo che george,il principe fantoccio,aveva gia una storia dove giurava amore ti sei servita di lui come lui di te,ma tanto nn arrivi lontano sei la vergogna della sicilia,un’ultima cosa dille a tuo fratello che fa pena di nn farsi vedere troppo in tv tanto persone del vostro calibro, nn avranno seguito,la persona che nn può permettersi le tue scarpe ,e vero,si puo permettere cose che tu nn hai mai avuto e mai avrai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>