L’era glaciale 2 stasera in TV

di Valeria Commenta

L’era glaciale piace a grandi e piccini e stasera è possibile gustarsi ogni singola scena comodamente sul divano e programmati su Italia 1. Ecco la trama del secondo episodio della saga e un link per vederlo già subito senza pubblicità.

Per la trama ci siamo affidati a Wikipedia che inizia così il racconto delle vicende

All’inizio del film il trio di amici formato da Manny (il mammut), Sid (il bradipo) e Diego (lo smilodonte) se la spassa in un “parco acquatico” naturale creato e “gestito” da Sid. Una tartaruga, Tony lo Svelto, rivela a tutti di un’inondazione apocalittica, un cataclisma duro, insieme al suo amico gliptodonte, Stu. Improvvisamente, grazie a Sid, il quale tenta un salto da suicidio da un’altissima cascata per cercare di guadagnarsi un po’ più di rispetto e meno derisioni da parte di chi ha intorno (i piccoli animali che si trovano nel parco), scoprono che il luogo dove si trovano – una conca circondata da ghiacci – verrà presto sommerso a causa del disgelo, e che stanno sotto un lago immenso chiuso e tenuto fermo da una diga di ghiaccio, che sta per rompersi. Tony e Stu avevano ragione.

I tre amici e il resto degli animali preistorici hanno una sola possibilità di salvarsi, come detto da un avvoltoio: raggiungere una barca (in realtà un enorme tronco scavato) che si trova all’estremità opposta della conca, con tre giorni di viaggio, tempo equivalente allo scioglimento della diga. Nel film si narra del viaggio, accompagnato dalla storia di Manny, che rifiuta il fatto di essere molto probabilmente l’ultimo mammut lanoso e che la sua razza si stia estinguendo, ipotesi sostenuta da tutti gli altri per il caldo del disgelo; si scopre anche che Diego teme l’acqua, nonostante faccia di tutto per apparire impavido e senza alcuna debolezza. Fra i personaggi compariranno due nuovi nemici: due mostruosi e famelici rettili marini, Tornado e Cretaceo, provenienti dalla preistoria (Tornado è un Globidens e Cretaceo è un Metriorhynchus) ibernati nel ghiaccio, che il disgelo ha risvegliato. Lo scoiattolo Scrat si scontra con i piranha, scagnozzi di Tornado e Cretaceo, e con un avvoltoio per prendere la sua amata ghianda e rimane sempre dentro la valle con la conca.

Il consiglio però è di arrivare fino alla fine e anche dopo con la scena dello scoiattolo Scrab, divertente soprattutto per i piccoli. Se però pensate che si vada troppo per le lunghe, ecco il link per vedere subito la versione integrale del cartone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>