Miss Italia 2009: le magnifiche 100 si riducono a 60 e si rinnova con Milly Carlucci

di Gianni Commenta

Spread the love

Per la prima volta condotto da una donna, sembrerebbe essere un’ edizione in tono minore più che una ventata di aria fresca

Miss Italia 2009, le magnifiche 100 si riducono a 60, si rinnova tutto con Milly Carlucci, anche le tradizionali 4 serate diventano tre, sembrerebbe essere una edizione in tono minore, tagli ai costi, piuttosto che aria nuova, un evidente segno che la crisi economica colpisce anche casa Rai, Patrizia Mirigliani, invece, minimizza si limita a parlare di cambiamenti per l’ arrivo di una donna sola alla conduzione, per la prima volta in 70 anni di onorata carriera del concorso.

Gli appuntamente della 70ma edizione del concorso di Miss Italia, andranno quindi in onda su RaiUno sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 settembre, che, se i programmi saranno rispettati, andrà contro la prima puntata della nuova stagione di XFactor, il talent show di RaiDue, ma crisi o no, le miss che diventano solo, si fa per dire, 60, saranno comunque pronte a combattere fino all’ ultimo respiro per portarsi a casa lo scettro della più bella d’ Italia che le vedrà schierate per le selezioni che partono il 29 agosto.

Patrizia Mirigliani, forse per mettere a tacere le voci della crisi ha dichiarato a giornalisti: “Siamo felici di cambiare è il momento giusto e farlo con Milly Carlucci è la scelta migliore”. Ma di riduzione di serate ne aveva già parlato per la passata edizione del concorso di bellezza l’ allora direttore di RaiUno, Fabrizio Del Noce, che reputava eccessive quattro serate per un concorso, seppur considerato un simbolo del costume italiano.

Milly Carlucci è già a lavoro con il suo staff, lo stesso che è riuscito a portare a casa risultati eccezionali con Ballando con le stelle, l’ intento è quello di rinnovare il programma non discostandosi dalla tradizione ma che: “Possa dare al concorso una accelerata verso il futuro”, come ha voluto ancora spiegare l’ ideatrice del concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>