Le Iene: arrivano Teo Mammucari e la Gialappa’s

di Gianni Commenta

Spread the love

La nuova edizione de Le Iene ritornerà il 13 gennaio prossimo, e, finalmente, si svelano quali saranno i conduttori che affiancheranno Ilary Blasi. Dopo molti rinvii, soprattutto dovuti all’operazione di recupero della pubblicità, notevolmente in calo, dato il periodo di crisi. Sembra che tutto riprenda, appunto, entro la terza settimana di gennaio.

Le iene andrà avanti per tutta la primavera, ma la notizia interessante è che finalmente gli alti vertici di Cologno hanno ufficializzato i nomi dei conduttori che affiancheranno Ilary Blasi. Saldamente al comando della trasmissione più longeva della rete giovane, con lei ci sarà Teo Mammucari, reduce dal successo de Lo show dei Record sulla rete ammiraglia.

E non è tutto, l’edizione primaverile de Le iene vede il ritorno della Gialappa’s in prima serata. Per loro si parlava di migrazione su altre reti, fra Rai e La7, anche se con Mediaset c’era un contratto in essere. Evidentemente sono riusciti a trovare una nuova collocazione che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, li rivedrebbe ancora sul Biscione.

I Gialappi ritornano, quindi, nel loro ruolo di distrubatori, a distanza di anni da ‘Mai dire gol’, pur uscendo dal format ‘Mai dire’. Non si tratta però di una novità assoluta, infatti, nel 2004 avevano disturbato Alessia Marcuzzi e il mago Forest a ‘Mai dire Iene’. Il trio torna su Italia 1 dopo tre anni di ‘Mai dire Grande Fratello’ su Canale 5.

Teo Mammucari, come anticipato da Sorrisi.com, sarà in quell’epoca impegnato anche sulla rete ammiraglia Mediaset, registrato lo scorso anno presso il teatro del parco dei divertimenti di Roma Valmontone Magicland. Si tratta di The illusionist – La grande magia, un talent show per giovani maghi. Ma il conduttore è stato anche una Iena della prima ora, in versione intervistatore molesto di vip a suon di giochi di parole.

Per Ilary Blasi, dunque, si preannuncia essere una stagione tranquilla a Le iene, dopo il susseguirsi di posto di Luca Argentero, Claudio Amendola, Alessandro Gassman e Enrico Brignano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>